Fabio B feat: J-AX & DJ Gruff. Il Mio Nemico

by GroS 1 settembre 2010

Fabio B ha fatto un capolavoro, ha messo insieme due nemici storici, Sandro contro Sandro aka J-ax contro DJ Gruff.
Dopo aver cantato con Neffa, J-ax si spinge al limite cantando con Gruff un pezzo che onestamente è una spanna sopra rispetto al pezzo fatto con il cantante Neffa. La base di Fabio B spacca, bella violenta, e i due rapper storici ci rimano sopra con stile dando vita a un pezzo molto potente.

Sembra che J-ax stia cercando in qualche modo il rispetto che la “vecchia scuola” non gli ha mai attribuito, e mi sa che ci sta riuscendo. Dopo una carriera di più di vent’anni fatta di grandi successi (anche commerciali) mi sembra che il buon J-ax, mollati anni fa gli Articolo 31, stia trovando la sua dimensione, e tutti questi featuring non fanno altro che confermare la mia teoria. Bravi.

New kids on the blog!

by GroS 1 settembre 2010

Bellissime notizie in casa bastard! Due nuovi Lazy Riders sono appena venuti alla luce, si tratta della figlia di Mattia Molnar e del figlio di Marco Lambertucci.

Quindi bravi tutti quanti e benvenuti Giulia e Jonathan!

Nuovo video per i Sud Sound System: Bisogno D’amore

by GroS 1 settembre 2010

E’ appena uscito il video di uno dei pezzi più importanti di Ultimamente, il nuovo album dei SUD.
Il pezzo è il primo singolo e si chiama Bisogno d’amore. il video è stato girato da Serafino Murri.

Sud Sound System: Ultimamente

by GroS 1 settembre 2010

E’ appena uscito Ultimamente, l’ottavo disco dei Sud Sound System, contiene 16 tracce che raccontano la loro terra: il Salento.

In questo album la band esplora sonorità nuove e molto al passo coi tempi passando dal reggae all’hip hop, dalla dancehall al calypso e avvalendosi di featuring molto importanti come Luciano, T.O.K., Miss Triniti e Voicemail, e la nuova voce del Salento Ely. Il disco spacca, ce lo siamo ascoltato tantissimo in viaggio da Milano a Roma per il Marcin Memorial Day ed è piaciuto a tutti, anche se i Sud vanno ascoltati sopratutto dal vivo dove devo proprio dire che non ce n’è per nessuno.

Il loro tour è partito a metà maggio e saranno in giro in tutte le città italiane e le capitali europee fino a settembre.


Marcin Solecki R.I.P.

by GroS 1 settembre 2010

La scorsa notte ci ha lasciato l’amico Marcin Solecki, non si conosce ancora la data dei funerali, appena avremo più notizie le comunicheremo.
Addio Marcin, ci mancherai.

Nina Zilli al concerto del Primo maggio

by GroS 1 settembre 2010

Martedi sera siamo andati a vedere il concerto di Nina ai Magazzini Generali qui a Milano. Devo dire un gran bello show, con l’ormai classico tutto esaurito alla biglietteria e il pubblico che per il 60% cantava tutte le canzoni a memoria.

Non è passato poi molto tempo da quando ha iniziato questa avventura e ha già raggiunto traguardi notevoli, dal successo al festival di San Remo alla colonna sonora di Mine vaganti di Ozpetek.

Sabato sarà a Roma in piazza San Giovanni per la ventunesima edizione del concerto del Primo Maggio (diretta su rai tre intorno alle 16:00), insieme ad un sacco di artisti tra i quali Roy Paci & Aretuska. Brava Zilli keep rockin’!

Nuovo team per Daniele Galli

by GroS 1 settembre 2010

Ecco il video che ufficializza l’entrata nella Blast! Krew di Daniele Galli, che d’ora in poi utilizzerà tavole Almost. Davvero bello il suo biglietto da visita girato e editato da Andreo Lopes.

Ora sono due i Lazy Riders a girare per Blast!, Daniele si unirà a Marco Lambertucci da sempre team rider Blind, tavole con cui evidentemente si trova molto bene a giudicare da come skeita nel video del Blast! Revolution Party, il meeting alla skate plaza di Seregno.

Blast! è anche il distributore italiano di Warriors Skateboard che ha realizzato con bastard la linea di abbigliamento Jammin’ Warriors.

Skate Italy con bastard su VBS TV

by GroS 1 settembre 2010

Qualche tempo fa Chris Gross, producer di VBS TV, è venuto a trovarci mentre stava raccogliendo materiale per fare un documentario sulla storia dello skateboarding in Europa e per il capitolo italiano ha chiesto anche a noi, di dargli una mano con la nostra testimonianza.

Grazie anche al supporto di Stefano Pomogranato e a Vans Italia finalmente possiamo vedere tutti e cinque gli episodi che parlano di parte della nostra storia; dico parte perchè chiaramente quando è iniziato tutto il movimento non c’erano solo Milano e Roma, c’era anche Torino con i fratelli Nelzi, Zampa e Pantaleoni, c’era Genova coi fratelli Contati, c’era Verona con Ugolini e Tabacchi…

In questi cinque episodi si percorre la storia fino ai giorni nostri raccontando l’evoluzione e lo sviluppo dello skateboard in Italia: dai primi ollie agli anni d’oro di Giorgio Zattoni fino ad arrivare alla bastard bowl passando per la Stazione Centrale di Milano.

Nei primi due episodi Papik Rossi, Ale Martoriati, Alessandro Gargiulo e Mirai Pulvirenti ci parlano di Roma… bellissimo quando Mirai racconta del bump psicologico.

Nel terzo episodio Giorgio Zattoni racconta (con una piccola punta di malinconia) gli inizi della sua carriera professionistica.

Gli ultimi due episodi parlano di Milano con racconti dei fratelli Giordano, Jep, Max Bonassi e GroS.



bastard store Building of the Year 2009

by GroS 1 settembre 2010

Grazie a tutti per averci supportato!
Il bastard store progettato da studiometrico ha vinto il premio ArchDaily Building of the Year 2009 nella categoria interni.

DJ Gruff, Sandro O.B.

by GroS 1 settembre 2010

Ieri sera è passato a trovarci dj Gruff e, come di solito fa perchè è un ragazzo educato, non si è presentato a mani vuote. Stavolta nessuna bottiglia di sakè pregiatissima ma il suo ultimo lavoro: Sandro O.B.

Quindici tracce con un bel pò di featuring, insieme a Gruff infatti ci sono Antonio Tarantino, Clementino, Cenzou, Svez, Marco lombardo, Esa, 2p, Pijei Gionson, Walter Buonanno aka Bonnot (Assalti Frontali), Bioschi, Dre Love, Daniele Pulimeno, Sawerio, Paura, Niko Md, Ekspo, Monom3 e Drugo.

Il disco é un viaggio che ripercorre i luoghi che hanno segnato la vita di Gruff nella musica, mentre nelle liriche vere e proprie acrobazie che vanno dalla poesia pura al non sense e scratch paurosi sempre messi al posto giusto.
Quello che mi piace di Gruff è che lui ci crede davvero, fa la sua cosa come vuole lui senza preoccuparsi di strizzare l’occhio al mercato, uno che non si mette a tavolino a studiare che genere musicale e che suoni usare ma piuttosto uno che usa la musica per sfogare la necessità di esprimersi, è sempre stato così e penso che lo sarà sempre.

Un vero talebano musicale, con mille contaminazioni da tutti i posti dove ha vissuto ma sempre hardcore, fedele a se stesso.