La nuova collezione bastard è online

by davidelp 2 aprile 2014

Spring Summer 2014 bastard

Et voilà, anche questa primavera è arrivata e con la primavera, insieme a rondini e belle giornate, sono arrivati i nuovi prodotti della collezione bastard Spring Summer 2014, tutti ordinabili direttamente sul nostro online store.

Enjoy the collection, enjoy the spring.

Pietro Sedda x bastard

by davidelp 2 aprile 2014

Pietro Sedda x bastard snowboard

Abbiamo chiesto a Pietro Sedda di disegnare la grafica di una nostra tavola snowboard, il risultato è di quelli che ci piacciono tanto.

Se sei interessato al mondo dei tatuaggi il nome di Pietro Sedda non ti suonerà nuovo.
Oggigiorno l’inchiostro permanente su pelle è stato accettato, sdoganato e inflazionato ed il numero di tatuatori è aumentato in maniera vertiginosa ampliando di molto la voragine che separa i maestri dai neofiti.
Una premessa che però non interessa Pietro Sedda: artista di natura, colpevole solo di usare inchiostro e pelle per esprimere la sua personale visione.

La tavola Sedda è disponibile al bastard store, nelle misure 152, 156 e 159 cm.

Pietro Sedda x bastard snowboard - frontPietro SeddaPietro Sedda x bastard snowboard - back

link: pietrosedda.com

Jim Houser – a position on a map

by jep 2 aprile 2014

evite-3-Jim_Houser-post

Era un po’ che aspettavamo il ritorno di Jim Houser a Milano! Finalmente ci siamo: A position on a map inaugura alla Galleria Patricia Armocida di Milano, martedì 21 gennaio alle ore 19:00.

AVVERTENZA: Porcellino dei risparmi il tuo tempo è arrivato. Potresti sentire il bisogno di acquistare alcuni suoi quadri.

Rough & bastard – United for Indipendence

by davidelp 2 aprile 2014

Rough & bastard collaboration

ROUGH & bastard

bastard e Rough Snowboards hanno molto in comune, sono entrambi marchi italiani, sono entrambi company di snowboard, sono piccole realtà ma a cui piace pensare in grande, ma la cosa che li avvicina maggiormente è che condividono fortemente il Do It Yourself.
Così nasce la prima collezione Rough +  bastard.

Ovviamente la prima cosa che abbiamo deciso di produrre è stata una tavola e il primo artista che abbiamo deciso di chiamare è stato Todd Bratrud. La grafica della tavola United rappresenta la sua visione di indipendenza e libertà. Ovvio corpi smembrati, catene spezzate e ossa a stecca.

Altro da aggiungere? Ah si la United è prodotta da Rough con la sua costruzione originale che renderà il tuo snowboarding più easy su tutti i terreni.

United snowboard by Rough

Sistemata la tavola ci serviva qualcosa con cui coprirci dalle intemperie, qualcosa di molto semplice, l’ideale per il polleggio ma funzionale sulla neve. Così abbiamo disegnato la Knife, giacca coach con cappuccio realizzata in tessuto tecnico impermeabile e traspirante. Stampa allover con il nostro pattern oricamo e grafica “United for independence” stampata giga sul retro.

La t-shirt Wings chetelodicoafare va fatta di default.

Wings, T-shirt. Knife coach jacket. 

Tutta la collezione è disponile al bastard store.

Alvvino il glorioso

by davidelp 2 aprile 2014

 

Alvvino, la t-shirt Glorious e la piantagione di peperoncini bastard, tre must della primavera 2013

 

Non c’è molto altro da aggiungere alle parole del caro Zamoc, raccontano benissimo che razza di bel personaggio sia Alvvino. A noi basta aggiungere che ha disegnato la t-shirt Glorious.

Birra al popolo!

by jep 2 aprile 2014

Fritz-beer

Il nostro poliedrico amico Fritz Conti del Glu Glu Club, oltre ad aver messo insieme un ottima birra con il BSA, è anche il designer della camicia Clash di bastard. Se lo incontrate in giro fatevi dare il santino con l’ORAZIONE a Sant’Andrea!

DanceHallRiders 2013

by davidelp 2 aprile 2014

Se vi piace il reggae e magari andate anche in snowboard, la DanceHall Riders è il posto che fa per voi.

Inizia oggi sulle montagne del Corno alle Scale, l’evento di snowboard più reggae d’Italia. L’ideale per passare qualche giorno tra snowboard e DanceHall insieme a Don Rico e TerronFabio dei Sud Sound System e gli altri ospiti della DanceHall Riders 2013.

Ovviamente siamo entusiasti di supportare eventi come questi. Good vibes for everyone!

Life is Precious

by vecho 2 aprile 2014

La tua vita è preziosa, fuma di meno, fuma meglio. Precious è una piccola company che realizza oggetti studiati per coloro che amano fumare per piacere e non per vizio.

Insieme ai designer di Precious abbiamo progettato una piccola ma esaustiva collezione di indispensabili oggetti per amatori del fumo. La collezione bastard Precious, composta da porta-tabacco, posacenere da viaggio e cintura reversibile, è ovviamente disponibile online.

Un omaggio a Magnus

by davidelp 2 aprile 2014

Magnus, al secolo Roberto Raviola, è uno degli autori più eclettici della scena fumettistica italiana ed europea. I suoi lavori hanno toccato i generi più diversi, dal fantasy all’erotico. Partito da uno stile essenziale si è evoluto alla ricerca del dettaglio più estremo. Abbiamo avuto l’onore di fare due chiacchiere con suo figlio Riccardo.

Ha trattato temi come la politica, la guerra, l’odio, la violenza, la droga, la pornografia, l’horror, ma non si è mai fermato su ognuno di questi generi, uscendone illeso.

Volete tre opere imperdibili di Magnus? Lo Sconosciuto, Le 110 Pillole, Tex.

Insieme a Riccardo abbiamo scavato negli archivi del grande fumettista per dedicare una mini-collezione ad uno dei capolavori di Magnus: Vendetta Macumba. Felpa, t-shirt e snowboard, tutto rigorosamente in bianco e nero.

Stateci sani.

Zamoc, il beffardo

by davidelp 2 aprile 2014

Luca Zamoc nasce nel bel mezzo degli anni 80 e apprende le prime nozioni di disegno dai fumetti dell’epoca, la bibbia e dai volumi di anatomia umana. Da grande si trasferisce a Milano per seguire il corso di art direction e grafica alla Nuova Accademia dell’Arte. Disegna ovunque, dai muri alla carta alle illustrazioni digitali. Da qualche tempo ha lasciato la sua grigia Modena destinazione Los Angeles, New York , Berlino e Londra, Venezia e adesso pare sia approdato a Istanbul.

Zamoc sarà cambiato dall’ultima volta che lo abbiamo incontrato? A giudicare dai temi che ha scelto per disegnare  le grafiche di questa collezione crediamo che sia sempre lo stesso, ma la sua arte invece migliora come il buon vino.

la Morte è l’unico grande tema del mio lavoro.

La vita non la so raccontare, infatti non so colorare, non so disegnare le persone (le donne in particolare) e non riesco a raccontare niente di piacevole. Date un occhio al mio tumblr, non c’è altro che viscere, mostri e assassini.

Vi lascio con la sua esclusiva Intervista con la Morte.