GloBALIzzazione da NogloBALI

by Dani 15 luglio 2017

PANDORAS_BOX_DEF2-1000x425

Made in Italy viene spesso utilizzato quale sinonimo di qualità… ma può la qualità essere rinchiusa da confini e frontiere? E allora cosa significa Proudly Made by Those Lazy Italians?

La qualità (etica, culturale, estetica, pratica), questa parola svuotata d’ogni sincero valore semantico nell’era del metodo scientifico, è l’oggetto di questa breve narrazione. Il soggetto si chiama Bali collection… o meglio Bali connection. Due input, una frase/uno scenario: “non venderei mai nulla che non metterei personalmente”/ Bali: l’isola indonesiana più amata dai surfisti di tutto il mondo.

Il legame che si stringe nella collaborazione tra i Lazy Italians e i piccoli produttori balinesi che realizzano il prodotto, scompagina qualsiasi relazione di “sudditanza” neocoloniale contemporanea. Thedy è un amico, un designer e un produttore che realizza capi di alta qualità, con la sua piccola azienda familiare, secondo le tecniche tradizionali indonesiane (il batik ad esempio). Cosa vuol dire? Vuol dire che quando scegliete un prodotto a marchio bastard comprate la collaborazione orizzontale tra designer e produttore, in una sintonia che mescola la cultura locale balinese all’intelligenza creativa di un team che spinge la controcultura dal 1994. Vuol dire che avete tra le mani un prodotto sviluppato nella forma di compravendita più puramente collaborativa, una modalità “rivoluzionaria” del fare economia globale: quello che avete in mano è complicità tra culture diverse che parlano la stessa lingua, è l’incontro di decine di idee fuse in quella fucina di cultura che è il bastard store… un luogo attraversato da centinaia di persone, creative, pratiche, tecniche.. persone che semplicemente nel loro attraversare l’ufficio, depositano brandelli di cultura: catturata e sintetizzata con saggezza da cani sciolti ultraquarantenni.

Quello che avete tra le mani è un frammento di storia milanese a rischio di estinzione: il racconto concreto di un dito medio alzato contro il mercato della moda. Qui “non ci vendiamo” e soprattutto “non vi vendiamo favole”, solo la realtà, solamente ciò che siamo.

La bastard Bali collection per l’estate 2016

by jep 15 luglio 2017

bastard-bali_2016-visore-20160607_174518

Il nuovo episodio della bastard Bali Collection per l’estate è qui. Una collezione composta di alcuni selezionatissimi pezzi, disegnati e prodotti sull’isola di Bali utilizzando materiali locali.

now

No time for basa basi.

La Bali Collection di bastard

by Thedy Dinata 15 luglio 2017

visor-34033_407547876767_2625090_n

Siamo orgogliosi di presentare la nostra prima bastard Bali Collection! Dimenticati il surf, il vento che ti soffia tra i capelli e le meravigliose spiagge… i balinesi con cui abbiamo giocato, amano spendere il loro tempo organizzando corse illegali con dragster fatti in casa sui fatidici 200 metri, nelle polverose retrovie di Kuta. Decisamente non sprecano il loro tempo in basa-basi (convenevoli). . Sono Siamo più tipi “diretti” e quando usciamo la sera, amiamo vestirci bene.

Se ti è capitato di andare a spasso sull’isola, allora sai bene che a Bali è piena di cani randagi che a volte saltano fuori da un angolo o da un cespuglio… non guardarli mai dritto negli occhi! Possono sembrare simpatici e carini, ma essendo nel loro territorio possono scambiare il tuo sguardo come una sfida e di conseguenza addentarti. Fai attenzione! Molti di loro hanno la rabbia.

bastard Bali hangtag Sunset in Jimbaran Luckyies, Bali Hai and sarong are  enough Batik stampBeware of the dog Batik dog shirt with label Batik stamp processing in Bali Weaved handmade boxesCanang sari Balinese black shell button Batik dog stamp process Batik with dog headDragster crew Dragster race - 200 mt. only Dragster detail kelapa print and main hangtag

Design balinese, materi prime locali e Proudly MADE IN BALI by Those Lazy Italians.

Skateboarding Bali

by jep 15 luglio 2017

Chi pensava che Bali fosse soltanto una meta per surfers adesso si deve ricredere perchè sono state realizzate di recente due bowl in cemento (una terza è in costruzione) e c’è anche una miniramp indoor segreta con pool coping… lo ho scoperto grazie a rokma che li si è trovato bene e ha deciso di fermarsi per un po’.
Read the rest of this entry »